Ampli Virtuali

Perché dovremmo utilizzare un amplificatore virtuale e non un amplificatore tradizionale ?

Senza dubbio se suoniamo su un palcoscenico, magari all’aperto, un bell’ampli a valvole, tirato a “ palla “ sarà perfetto e insostituibile.

Diversa è la filosofia di utilizzo in registrazione, per l’uso domestico,per lo studio e in piccoli ambienti, in questi contesti le simulazioni virtuali che oggi sono a nostra disposizione sono ( se ben utilizzate ) straordinariamente realistiche e comode per la sicurezza, la ripetitività e l’affidabilità dei risultati finali e per i costi complessivi ( ricordate quanto costava un “ rack” effetti al gran completo ).

Inoltre la conoscenza di questi software fa ormai parte del necessario bagaglio di conoscenze di ogni chitarrista.

 

Cos’è la latenza?

Vi sarà capitato di voler collegare un microfono o una chitarra all’ingresso della scheda audio, o voler suonare uno strumento virtuale per registrare le nostre idee. Ci sarà capitato, probabilmente, di riscontrare come, tra l’emissione del suono, o la pressione di un tasto, e l’effettiva riproduzione del suono stesso trascorra un certo periodo di tempo.
Questo tempo è il tempo necessario perché il nostro hardware acquisisca, sintetizzi e rimandi il suono all’uscita audio; il fenomeno viene indicato con il termine “latenza”.

Il tempo di latenza è influenzato da vari fattori: drivers della scheda audio, specifiche tecniche del computer, tipo di connessione delle scheda audio (PCI, USB, Firewire), ed anche dalla realizzazione hardware della scheda audio stessa; infine sulla latenza incide il carico di lavoro che intendiamo far eseguire al nostro computer, numero di tracce contemporanee, effetti usati, eccetera. Usare un gran numero di tracce, effetti e Virtual Instruments con latenza bassa può provocare, anche se si dispone di schede costose e computer potenti, la comparsa di fastidiosi clicks e rumori durante la riproduzione.

 

2 commenti su “Ampli Virtuali”

  1. Gentile Dott. Agostino,
    le espongo il mio problema ,
    Ho composto tempo fa
    attraverso una chitarra online (la suonavo con i tasti del computer)su un programma del computer delle melodie,
    è possibile riprodurre gli stessi suoni della virtuale collegando la chitarra reale al computer?
    come potrei suonarla? Se toccò le corde della chitarra vera riescono a corrispondere ai corrispondenti della chitarra reale? Spero ti essermi espressa bene..
    mi può consigliare qualche prodotto e i prezzi?
    grazie cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informazioni & suggerimenti per chitarristi